5 falsi miti sui dentisti e sull’igiene orale

Ci sono dei falsi miti che vengono erroneamente tramandati e che riguardano il mondo dei dentisti e dell’igiene orale. È  bene fare un po’ di chiarezza per non alimentare delle false credenze che possono nuocere alla salute della bocca e dei denti.

  1. Partiamo dal primo falso mito: dal dentista ci si deve andare solo in presenza di problemi conclamati e dolori che non passano.
    È falso: dal dentista è bene andare regolarmente per una visita di controllo che verifichi la situazione e che prevenga l’insorgenza di problemi complessi, costosi e lunghi da curare.
  2. Il secondo falso mito è che i denti si possano sbiancare da casa con i trattamenti fai da te (dentifrici sbiancanti o penne sbiancanti).
    In realtà quelli che possiamo utilizzare a casa sono solo delle cure che possono portare solo un piccolo miglioramento estetico, ma che non potranno mai raggiungere il livello di uno sbiancamento effettuato da un professionista.
    La seduta dal dentista assicura anche una profonda pulizia dal tartaro, che ovviamente un trattamento sbiancante non potrà mai garantire.
    Inoltre c’è da tenere in considerazione il fatto che alcuni dentifrici whitening possono comportare dei problemi se utilizzati per lungo tempo, per cui sarebbe bene usarli solo per brevi periodi.
  3. Il terzo mito da sfatare è che lavare troppo i denti fa male. In realtà è bene lavarli spesso – almeno 3 volte al giorno – stando attenti a come li si spazzola. Questo può essere infatti dannoso, se non si conoscono le tecniche per una corretta igiene orale.
    Premere troppo è una delle cose che non si dovrebbero mai fare quando ci si prende cura della propria igiene dentale, perché si rischia di irritare le gengive e dare avvio ad una serie di problematiche più complesse.
    Anche in questo caso un buon dentista può aiutare dando i migliori consigli personalizzati di pulizia.
  4. Quarta convinzione che ancora circola e che non è affatto vera è legata all’utilizzo dell’apparecchio per i denti. Si ritiene infatti che lo si debba portare solo fino all’adolescenza, mentre anche gli adulti con problemi di dentatura irregolare dovrebbero farvi ricorso.
  5. L’ultimo falso mito riguarda i denti da latte dei bambini: per la maggior parte delle persone non sono importanti e non c’è da curarsi del fatto che possano avere dei problemi, perché prima o poi sono destinati a cadere.
    Anche questa convinzione è sbagliata, perché curare i denti da latte significa mettere le basi per avere una dentatura sana e robusta in età adulta. Trascurarli può invece creare un terreno fertile per l’insorgenza di problemi futuri di varia natura.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *