Lo spazzolino elettrico è davvero migliore di quello normale?

Il fatto che lo spazzolino elettrico sia migliore, uguale o peggiore rispetto a quello manuale è un interrogativo che probabilmente non troverà mai una risposta univoca e definitiva.
Ovviamente ci sono differenze tra l’utilizzo di un metodo di pulizia e l’altro, ma questo non basta a decretare la supremazia indiscussa di uno dei due.
Lo spazzolino elettrico vanta alcuni innegabili pregi: il movimento rotatorio è automatico e regolabile e deve essere semplicemente spostato all’interno del cavo orale per giungere a pulire tutti i denti, ma questo di per sé non garantisce una pulizia ottimale.

Secondo gli specialisti tutto dipende da come lo si usa e dal fatto che si riesca ad utilizzarlo nel modo corretto.

Vantaggi e svantaggi dello spazzolino elettrico

Da un lato infatti lo spazzolino elettrico facilita la pulizia grazie alla testina rotante che in alcuni modelli raggiunge anche le 9000 oscillazioni al minuto e rimuove la placca anche dalle zone più difficili da raggiungere, ma è pur vero che un suo uso scorretto e continuato potrebbe portare col tempo all’insorgenza di problemi gengivali o a problemi di altra natura.
Un tipico esempio di utilizzo scorretto è dato dall’eccessiva pressione che si potrebbe esercitare durante l’uso. Questo porterebbe ad un’irritazione delle gengive, che a lungo andare potrebbe degenerare in problemi più seri.

Nel nostro studio odontoiatrico di Stezzano si consiglia di utilizzare spazzolino elettrico o manuale a seconda delle proprie preferenze, ma nella piena consapevolezza del corretto uso degli stessi: la pulizia dei denti deve avvenire in senso rotatorio e lo spazzolino va sostituito al massimo ogni 2 mesi.
In alcuni casi (bambini, anziani, persone con disabilità) l’uso di uno spazzolino elettrico potrebbe aiutare a compiere movimenti che altrimenti risulterebbero difficoltosi.
In ogni caso è preferibile non abbandonare mai del tutto lo spazzolino manuale, anche solo per la pulizia della lingua che migliora e completa la corretta pulizia quotidiana del cavo orale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *